ALESSANDRA PERILLI

ALESSANDRA PERILLI

ALESSANDRA PERILLI

E’ nata a Rimini il 1 aprile del 1988 da una famiglia di tiratori. All’età di 15 anni decide di seguire le orme di papà Claudio e della sorella Arianna. Nel 2008 scende in campo per la prima volta una competizione ufficiale internazionale. Esordisce all’Europeo Junior di Nicosia dove conquista la medaglia di bronzo, ma è nel 2009 che esplode come atleta, conquistando la medaglia d’argento nella prova di Coppa del Mondo svoltasi a San Marino, l’argento ai Giochi dei Piccoli Stati di Cipro e il bronzo ai Giochi del Mediterraneo di Pescara. L’anno della consacrazione è il 2011, quando nelle prime due tappe di Coppa del Mondo, andate in scena a Conception e Sydney, conquista la medaglia d’oro e il pass olimpico per le Olimpiadi di Londra. Proprio ai Giochi Olimpici del 2012, dove Alessandra è anche portabandiera biancazzurra, ottiene il miglior risultato sammarinese di sempre chiudendo al quarto posto, vedendo sfumare una storica medaglia solamente al "barrage". L’anno successivo conferma la medaglia di bronzo ai Giochi del Mediterraneo di Mersin.
Nel 2014, pochi mesi dopo aver dato alla luce il piccolo Maykol, torna sul podio in Coppa del Mondo a Monaco di Baviera, aggiudicandosi la medaglia di bronzo allo shoot off contro la sorella Arianna.
Nel 2015, nella seconda prova di Coppa del Mondo ad Al Ain, si mette al collo la medaglia d’argento e conquista la carta olimpica per Rio 2016. Nel mese di giugno, in occasione della prima edizione dei Giochi Europei a Baku, conquista insieme a Manuel Mancini la medaglia di bronzo nella gara di trap misto a coppie, sperimentata per la prima volta in vista delle Olimpiadi di Rio de Janeiro. Nel mese di ottobre vince la finale di Coppa del Mondo a Nicosia, aggiungendo la Coppa di Cristallo alla sua già ricca bacheca.
Nel 2016 apre la stagione con la conquista della semifinale alla Coppa del Mondo di Nicosia, dove chiude quinta e, all’Europeo di Lonato, i primi di luglio, si arrende nel bronze medal match, chiudendo al 4° posto (come nel 2009 e 2013).
Per ben tre volte è stata insignita del riconoscimento di “Atleta dell’Anno” dal Comitato Olimpico Nazionale Sammarinese nel corso della serata San Marino Sport Awards .