SEMINARIO COE 2013

SEMINARIO COE 2013

Seminario COE 2013 - Forum della Solidarietà Olimpica CIO

San Marino, 16-18 maggio 2013

DAY 1

Si è aperto nel pomeriggio di oggi il 34° Seminario dei Comitati Olimpici Europei ospitato per la prima volta dalla Repubblica di San Marino. Questa mattina si è invece riunito, sempre al Kurssal, il Comitato Esecutivo dello stesso COE.
Sono più di 200 i delegati provenienti dai 49 Comitati Olimpici Europei presenti a San Marino fra i quali ci sono le principali autorità sportive del continente a cominciare dal Presidente del COE, Patrick Hickey e dal Segretario Generale, Raffaele Pagnozzi. Presenti a San Marino anche i membri dell’Esecutivo COE, i Segretari Generali di tutti i Comitati Olimpici, i Capi Missione delle Olimpiadi Invernali di Sochi 2014, il Direttore della Solidarietà Olimpica Pere Miro accompagnato da Pamela Vipond, il Segretario Generale dell’ACNO (l’associazione Mondiale dei Comitati Olimpici Nazionali), i responsabili dei programmi di sviluppo sportivo dei vari Paesi e, infine, un rappresentante dell’Agenzia Mondiale Antidoping (WADA) e il Presidente della Commissione Atleti Europei, Antonio Rossi.
Si tratta di un evento di enorme importanza per la vita dei comitati olimpici al quale il CIO ha voluto affiancare il Forum della Solidarietà Olimpica evento a cadenza biennale che aumenta il valore dell’evento sammarinese.
Il Seminario di San Marino sarà ricordato per la nascita dei Giochi Olimpici Europei, evento continentale la cui prima edizione si terrà a Baku nel 2015 (dal 12 al 28 giugno). E' questa la prima grande notizia che arriva dal Kursaal. Al termine della prima sessione i delegati sono rientrati nelle loro strutture alberghiere (tutte sammarinesi) mentre i membri dell'Esecutivo COE sono saliti a Palazzo Pubblico per l'udienza dai Capitani Reggenti. Questa sera, per tutti i partecipanti al Seminario è previsto un cocktail di benvenuto nella galleria della Cassa di Risparmio a San Marino Città al termine della quale potranno assistere allo spettacolo della Federazione Sammarinese Balestrieri nella Cava Antica.
Domani l’intera giornata sarà dedicata ai workshop: uno relativo alla Solidarietà Olimpica del CIO con interventi sui programmi creati da questa istituzione per atleti, tecnici, dirigenti e per la promozione olimpica, mentre l’altro sarà incentrato sulle prossime Olimpiadi, quelle invernali di Sochi 2014 con la partecipazione di tutti i capo missione e del comitato organizzatore della città russa (per San Marino ci sarà Alberto Zampagna e quelle estive di Rio 2016. Spazio anche al Festival Olimpico della Gioventù Europea del 2019 per il quale verranno aperte le candidature alle città che intendono ospitarlo. Sabato mattina interverrà Antonio Rossi, presidente della Commissione atleti d’Europa.
Prima della chiusura del seminario verrà dato spazio anche al Comitato Organizzatore dei Giochi dei Piccoli Stati d’Europa Lussemburgo 2013 e ai Giochi Olimpici Giovanili la cui seconda edizione estiva si terrà nel 2014 a Nanchino mentre nel 2016 a Lillehammer sarà la volta di quelli invernali.
L’evento si concluderà con la scelta della nazione che ospiterà il seminario 2014.
Al desk del Comitato Olimpico Nazionale Italiano era presente il neo Presidente Giovanni Malagò accompagnato dal Segretario Generale Roberto Fabbricini. Malagò è salito a San Marino per la prima volta, ha incontrato i dirigenti del CONS e la stampa per elogiare i lavori del COE e per esaltare il rapporto di stima e di amicizia con la Repubblica di San Marino.

Eros Bologna (Segretario Generale CONS):
“Al termine della prima giornata di lavoro possiamo considerarci tutti molto soddisfatti per quanto discusso. Possiamo dire senza timore di essere smentiti che sono nati a San Marino i Giochi Olimpici Europei e questo non può che accrescere il valore dell'evento che abbiamo organizzato. Domani proseguiremo con gli incontri istituzionali, i delegati saranno divisi per affrontare due differenti workshop e noi continueremo nelle operazioni organizzative per far si che tutto si svolga con grande serenità nello spirito ospitale tipico della nostra Repubblica”

Raffaele Pagnozzi (Segretario Generale COE):
“Sono molto lieto di aver annunciato qua a San Marino la nascita dei Giochi Olimpici Europei. La grande ospitalità di questa terra e degli amici del CONS fa si che il Seminario sia piacevole e che le discussioni siano fruttuose. Domani ci aspetta un'altra grande giornata di lavoro ma personalmente non posso che dirmi ottimista per tutti quelli che sono i temi sul tavolo”.

Giovanni Malagò (Presidente CONI):
“Questo seminario del COE era dedicato principalmente all'attività dei Segretari Generali ma personalmente credo che sarebbe stato un errore mancare. Ci sono due buoni motivi che mi hanno spinto a San Marino, il primo è dimostrare amicizia ad un paese che è molto di più che nostro vicino di casa, il secondo è intraprendere nuove relazioni con i membri del COE. Ho incontrato il Presidente del CONS Giardi e gli ho inoltrato l'invito a scendere a Roma per migliorare le relazioni fra i nostri Comitati ma lui e tutto il CONS sanno che non servono protocolli, quella con il CONI è una collaborazione sulla quale San Marino potrà sempre contare. Sono poi molto orgoglioso, di aver assistito alla nascita dei Giochi Europei, credo molto in questo progetto e ancor più oggi che la città di Baku ci ha mostrato quanto lavoro stanno facendo per rendere indimenticabile questa prima edizione”.


DAY 2

Seconda giornata di lavori al Seminario dei Comitati Olimpici Europei ospitato dal CONS e dalla Repubblica di San Marino.
Oggi, i 200 delegati dei 49 paesi che prendono parte alle attività sono stati divisi in due differenti workshop. Nella sala principale del Kursaal oltre 100 delegati hanno assistito alle relazioni dei membri CIO relative ai programmi della Solidarietà Olimpica. Gli altri hanno invece partecipato alle presentazioni dei Giochi Olimpici di Sochi del 2014 e di Rio de Janeiro del 2016. Durante il Forum della Solidarietà Olimpica si è discusso di programmi di sviluppo di atleti di interesse nazionale, di programmi di crescita dei tecnici e di gestione manageriale oltre che di programmi di promozione dei valori olimpici.
Nell’incontro sulle Olimpiadi gran parte del tempo è stato dedicato a nozioni tecniche relative agli imminenti Giochi Olimpici Invernali di Sochi. Per San Marino ha preso parte a questo incontro il Capo Missione a Sochi Alberto Zampagna.
Domani i lavori proseguiranno con un’ampia discussione relativa ai prossimi Giochi Olimpici Giovanili di Nanchino (estivi, 2014) e Lillehammer (invernali 2016) e con la relazione di Antonio Rossi, presidente della commissione atleti d’Europa.
Dopo le conclusioni di Pamela Vipond, direttore della Solidarietà Olimpica del CIO e di Raffaele Pagnozzi (Segretario Generale del COE) arriverà il momento dei saluti.

Alberto Zampagna (Capo Missione Sochi 2014): “Questa mattina ho preso parte all’incontro relativo alle prossime Olimpiadi di Sochi. Si è trattato di un incontro molto tecnico ma molto interessante. Abbiamo ricevuto nozioni su come muoverci durante i Giochi, ci hanno illustrato lo stato di avanzamento lavori e in parte hanno confermato i loro programmi. Devo dire che, così come accadde quando presi parte al meeting organizzato proprio a Sochi qualche mese fa, ho avuto la sensazione che la Russia si stia impegnando molto e che quella che ci attende sia un’Olimpiade che ricorderemo a lungo. Al termine della presentazione del Comitato organizzatore abbiamo assistito a due interessantissime presentazioni sui progetti di sviluppo e organizzazione di una squadra olimpica per i Giochi invernali tenute dai Comitati Olimpici di Norvegia e Repubblica Ceca. Eventi come questi consegnano elementi di sviluppo importantissimi, è un grande onore che il Seminario 2013 sia stato organizzato a San Marino”.



LE CONCLUSIONI

Sono stati tre giorni memorabili, quelli della scorsa settimana che hanno visto lo svolgimento sul Titano, per la prima volta, del Seminario dei Comitati Olimpici Europei. Tre giorni di intenso lavoro per gli oltre 200 delegati dei 49 Comitati Olimpici Europei, impegnati anche nel parallelo Forum della Solidarietà Olimpica del CIO, durante il quale i partecipanti hanno ricevuto informazioni e aggiornamenti sui finanziamenti continentali e mondiali per la promozione e lo sviluppo dei programmi sportivi del nuovo quadriennio.
Dal Seminario sammarinese sono scaturite novità importanti, i delegati hanno ricevuto preziosi aggiornamenti per quanto riguarda il nuovo codice Anti Doping WADA, le prossime edizioni dei Giochi Olimpici Invernali ed Estivi e delle manifestazioni sportive continentali. In particolare i tre giorni del Seminario organizzato dal Comitato Olimpico Sammarinese saranno ricordati per la presentazione del nuovo evento sportivo del COE, i Giochi Europei, la cui edizione inaugurale si svolgerà a Batu, in Azerbaijan, dal 12 al 28 giugno 2015.
Con piacere il CONS ha riscontrato grande apprezzamento, da parte degli intervenuti, per le tradizioni sammarinesi, per l’ospitalità e per le bellezze del suo centro storico, non a caso inserito nel Patrimonio Mondiale dell’Unesco.
La vicinanza delle istituzioni ha contribuito in maniera notevole alla riuscita dell’evento. Un sentito ringraziamento va, in particolare, agli Eccellentissimi Capitani Reggenti per l’udienza concessa, alla Segreteria di Stato allo Sport e all’Ufficio del Turismo per il prezioso aiuto.
Un grazie anche al Consorzio 2000 e al Convention & Visitors Bureau per il supporto organizzativo e logistico e infine, ma di certo non per importanza, un grande ringraziamento va ai ragazzi del Liceo Economico e Linguistico che hanno coadiuvato il CONS nell’organizzazione dell’evento.
Un plauso va alla struttura ricettiva sammarinese, alberghi e ristorazione, che ha saputo ospitare e accogliere al meglio i delegati dei Comitati Olimpici Europei, i quali hanno manifestato grandi apprezzamenti.
E’ merito di tutti se un piccolo Paese come San Marino ha saputo farsi trovare pronto ad una così grande sfida e ha saputo garantire standard di ospitalità degni delle più grandi Nazioni.
Il CONS si augura che le Federazioni Sportive si facciano sempre più promotrici di eventi e meeting sportivi internazionali in territorio,a beneficio delle stesse ma anche dell’intero Paese, facendone conoscere pregi e peculiarità fuori dai confini nazionali.

COE SEMINAR FOTOGALLERY

Day 1 and 2 (FotoMW San Marino)