Il CONS incontra il CONI per il Centenario

COMUNICATI UFFICIALI CONS

Il CONS incontra il CONI per il Centenario

Il Centenario del CONI, Comitato Olimpico Nazionale Italiano è stato festeggiato con un evento indimenticabile in diretta tv RAI, con uno spettacolo disegnato su misura per esaltare i campioni che hanno scritto a tinte forti la leggenda dello sport tricolore. Paolo Bonolis, presentatore della serata organizzata lunedì sera, ha chiamato sul palco a turno i protagonisti di un secolo di imprese, rievocando immagini indelebili e imprese custodite negli annali. Campioni Olimpici e Paralimpici, circa 130 medaglie che abbracciano 100 anni di competizioni, dall'atletica alla vela una declinazione articolata di vittorie da omaggiare con sobria enfasi. Il Comitato Olimpico Nazionale Italiano racchiude tutti sotto un'unica bandiera, l'inno di Mameli è stato interpretato da Bocelli.
Tra i tanti ospiti invitati, sulle tribune del “Nicola Pietrangeli” del Foro Italico, anche il Presidente del Cons Gian Primo Giardi e il Segretario Generale Eros Bologna per gli auguri allo sport tricolore e per l’ennesimo attestati di stima ed amicizia nei confronti del CONI che ha ricambiato con il saluto del Presidente Giovanni Malagò che si è intrattenuto a lungo con i dirigenti sammarinesi.
Gianni Morandi e altri prestigiosi attori hanno voluto onorare l'evento. Cammarelle, Bianchedi, Zoeggeler, Sensini e Giuseppe Abbagnale, introdotti dalle farfalle iridate della ritmica, passando per Menichelli, Federica Pellegrini e Filippo Magnini, fino al ricordo di Pietro Mennea che precede i due atleti simboli del secolo, Alberto Tomba e Sara Simeoni. E poi ancora Ondina Valle, Eugenio Monti e i ricordi di Roma '60, griffati dalle imprese di Nino Benvenuti e Livio Berruti. L'epopea del Settebello attuale, campione del mondo in carica e argento olimpico, guidato da Sandro Campagna, oro da giocatore nel 1992 a Barcellona e felice di essere sulla scena insieme ai compagni di squadra olimpionici e ai suoi allievi attuali. Il ricorso dei trionfi paralimpici nelle parole di Alex Zanardi, il saluto commosso ai circa 7 mila atleti che hanno rappresentato l'Italia ai Giochi Olimpici.
Il Presidente Malagò ha salutato con orgoglio tutto il mondo CONI, ogni singola componente. Poi musica e parole, aneddoti e Trionfi. Uomini e sport. Una magia infinita.
Tanti auguri, CONI.

Nella foto il Presidente del CONI Giovanni Malagò con il Presidente del CONS Gian Primo Giardi e il Presidente del Comitato Olimpico Andorrano Jaume Mandico.