Grande successo per Sportinsieme Awards

NEWS

Grande successo per Sportinsieme Awards


Emozioni a non finire, ieri sera, a Sportinsieme Awards, il gran galà dello sport sammarinese, volto a premiare gli atleti che si sono distinti nella stagione appena conclusa, andato in scena al Teatro Titano. Un pubblico numeroso come non mai, la grande professionalità del giornalista di Sky Sport 24 Fabio Tavelli che ha presentato la serata, le immagini dei video che hanno ripercorso i momenti più emozionanti del 2015, la simpatia e la disponibilità di un campione con la “C” maiuscola come Alberto Tomba e la voce straordinaria di Margherita Principi, reduce dall’esperienza televisiva a X Factor, la gradita presenza degli Eccellentissimi Capitani Reggenti: sono questi gli ingredienti che hanno reso unica l'edizione 2015 dell'appuntamento, organizzato dal CONS con il patrocinio della Segreteria di Stato allo Sport.
I grandi protagonisti, naturalmente, sono stati gli sportivi sammarinesi, in particolare gli atleti della Federazione Sammarinese Spot Speciali reduci dall'esperienza estiva agli Special Olympics World Games di Los Angeles, che con la loro simpatia e spontaneità, hanno portato sul palco “un piacevole scompiglio”, per utilizzare le parole del presentatore FabioTavelli.
Il momento più atteso era la proclamazione dell'atleta dell'anno 2015, arrivata a fine serata. Il presidente del CONS Gian Primo Giardi ha lasciato che fosse Alberto Tomba a chiamare sul palco l'atleta designato: Alessandra Perilli. Da un campione dello sci ad una campionessa del tiro a volo, che nel 2015 ha ottenuto risultati importanti: un argento nella seconda tappa di Coppa del Mondo ad Al Ain, un bronzo nella gara a coppie di trap misto ai primi Giochi Europei di Baku e, soprattutto, la straordinaria vittoria nella finalissima di Coppa del Mondo a Cipro, che l’hanno resa la regina del 2015 del tiro a volo mondiale. Una stagione incredibile, a livelli assoluti, che le sono valsi l’ambito riconoscimento, dopo quelli già conquistati nel 2011 e 2012.
La serata, aperta dai saluti del presidente del CONS Gian Primo Giardi e del Segretario di Stato per lo Sport Teodoro Lonfernini, ha visto numerose premiazioni e riconoscimenti. Molti sono andati al tiro a volo, con la consegna di targhe ad Alessandra Perilli, per i risultati già elencati, alla sorella Arianna, vincitrice di una medaglia d'argento ai primi Giochi Europei di Baku, a Stefano Selva (bronzo a squadre ai Mondiali di Lonato e conquista della qualificazione olimpica per Rio), Manuel Mancini (bronzo a squadre ai Mondiali di Lonato e bronzo in coppia con Alessandra Perilli nel trap misto a Baku) e Gian Marco Berti (bronzo a squadre ai Mondiali di Lonato) e allo staff tecnico.
Targhe anche per Gian Carlo De Luigi e Giordano Sarti, terzi assoluti ai Mondiali di Caccia Sant’Uberto in Serbia, e per i giovani talenti delle bocce Enrico Dall’Olmo (4° classificato ai Mondiali di Roma e promosso in Serie A a soli 20 anni) e Jacopo Frisoni (promosso anche lui nella massima serie italiana). Una targa, infine, è stata consegnata alla Nazionale Under 16 di pallacanestro, oro agli Europei Division C organizzati a San Marino.
Premi in denaro sono andati, oltre ai tre medagliati di Baku, ai “quattro moschettieri” del beach tennis, per i bronzi conquistati nella prima edizione dei Mediterranean Beach Games di Pescara, e a tutti i vincitori di medaglie ai Giochi dei Piccoli Stati in Islanda.
A proposito di Giochi dei Piccoli Stati, c'è stata anche la consegna delle medaglie di bronzo ai componenti della staffetta 4X100 dell'atletica che aveva partecipato ai Giochi in Lussemburgo nel 2013, vinta "a tavolino" dopo la squalifica del quartetto cipriota (che aveva conquistato l'oro) a causa della positività ai controlli antidoping di ben due degli atleti che lo componevano.
Con delle coppe, invece, sono stati premiati i già citati atleti della Federazione Sammarinese Sport Speciali, che hanno fatto incetta di medaglie agli Special Olympic World Games di Los Angeles.
La serata ha visto anche la consegna, come al solito, delle medaglie al merito sportivo e di quelle alla bandiera.
L'ingresso sul palco di Alberto Tomba, introdotto da un emozionante video con le immagini dei suoi più grandi successi, che hanno fatto commuovere lo stesso campione bolognese, è stata la ciliegina sulla torta. Il tre volte campione olimpico, dopo aver scherzato con il presentatore e con il presidente del CONS Gian Primo Giardi, ha accolto il giovanissimo Alessandro Mariotti, portacolori sammarinese alle prossime Olimpiadi Giovanili Invernali di Lillehammer, dandogli alcuni consigli e consegnandogli la mascotte dei Giochi. A Tomba, invece, è stata consegnata una riproduzione della scultura che si trova all'ingresso del Museo dello Sport e dell'Olimpismo.
Spazio, infine, ai Giochi dei Piccoli Stati San Marino 2017, dei quali si sono celebrati i 500 giorni alla Cerimonia d’Apertura, con un video di presentazione che ha visto come protagonisti Emanuele Nicolini e Micol Rossini, membri del Comitato Organizzatore.